RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO

Egregi signori,
mi permetto di inviare questa e.mail dopo aver visitato il Blog per Certosa, rallegrandomi per la Vostra iniziativa, che spero ponga meglio sotto i riflettori una parte della città ricca di vitalità ed ingegno ma penalizzata da alcuni seri problemi.
Negli anni passati con alcuni post su Recsando (Certosa zona di serie C2) e varie lettere indirizzate all’amministrazione comunale ho cercato di dare il mio contributo di cittadino per il miglioramento di alcune cose, provo a riepilogarle:
1) Parcheggio in fondo a Via Olona;
2) Abbattimento dei ruderi di fronte agli edifici di Via Olona 8; (Fatto durante l’amministrazione Taverniti)
3) Risistemazione dei giardinetti di Via Olona/Tagliamento ( e dell’illuminazione degli stessi); (Giochi resistemati per intervento di Guido Massera durante l’amministrazione Taverniti, illuminazione in corso di sistemazione, con lavori iniziati con l’attuale giunta Dompè)
4) Adeguamento dei marciapiedi. (rifatti solo quelli di accesso al cavalcavia di Via Di Vittorio durante l’amministrazione Taverniti).

Alcune cose le ho ritrovate nella Vostra proposta, nella quale ho trovato anche altre cose che condivido molto ed altre un pò meno.
Nel corso dell’ultima campagna elettorale cittadina molte promesse sono state fatte ai cittadini di Certosa, specie dall’assessore Antonio Marino; io spero che vengano mantenute.
Il mantenimento di quelle promesse varrebbe a superare in toto le criticità da Voi evidenziate. Agli effetti pratici però un anno è passato e nulla è stato sostanzialmente ancora fatto per Certosa; quindi vale la pena di ricominciare a pressare l’A.C., prevedendo oltre che le segnalazioni sul web anche qualche altro tipo d’intervento.

Riguardo alla proprietà del parcheggio in fondo a Via Olona, la stessa dovrebbe essere della Pirelli; recentemente quando ho provato a chiedere in Comune non ho avuto risposte precise; mi è stato chiesto di indirizzare all’U.R.P. una richiesta in merito, a cui sinceramente non ho dato seguito.
Relativamente al discorso di extra-comunitari stazionanti in piazza Tevere, credo che la questione debba essere approfondita al meglio ma sulla presenza massiccia degli stessi in zona credo non possano essere trascurati altri aspetti, quali ad esempio il commercio di braccia da lavoro e la tendenza di tanti proprietari ad affittare case in zona forse facendosi pochi scrupoli.
Chiediamoci insomma perchè si verifichino certi fenomeni e forse ne avremo la chiave di lettura.
Inutile dire che altri extracomunitari sono ben insediati a Certosa con attività commerciali consolidate e questo da la misura esatta di come si possano e si debbano governare determinati processi.

Qui al momento chiudo, augurando il miglior successo alla Vostra iniziativa, che potrebbe servire anche ad eliminare le periodiche speculazioni a carattere politico di individui che riescono a fare della cialtronaggine la loro arma vincente…

Francesco Castorina

RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMOultima modifica: 2008-05-20T09:20:00+02:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento