UNA TESTIMONIANZA SULLA SCUOLA M. GREPPI

Diapositiva5.JPGAnche RecSando, la rete civica cittadina, riprende il tema degli spazi della nostra scuola, con l’intervento di un utente a commento dell’articolo pubblicato sul “Cittadino” qualche giorno fa. Potete leggere il commento collegandovi a questo link:

http://www.recsando.it/forum/mes_vedi.asp?id=61962&fid=25&tid=8705

La carenza di spazi esterni salta all’occhio, come la loro scarsa strutturazione per il gioco e le varie attività all’aperto che si potrebbero fare. In tutto il giardino sono presenti solo due vecchi scivoli…un po’ poco! Il progetto dei genitori, che abbiamo pubblicato sul blog nella lista “album fotografici” pone l’accento proprio sul fatto che le aree esterne dovrebbero essere viste non solo in termini quantitativi (più spazio e più verde a disposizione dei bambini) ma anche e soprattutto qualitativi, a vantaggio della didattica (teatro all’aperto, orto, ecc.). Proposta personale: perchè non pensare anche alla possibilità che la scuola si apra verso il quartiere, organizzando attività mirate che utilizzino queste ipotetiche strutture? La valenza di questi interventi, a questo punto, potrebbe essere ancora più alta, permettendo all’intero quartiere di poter condividere momenti di svago, di incontro o di approfondimento. A Certosa gli spazi dove organizzare attività, dove potersi incontrare sono veramente pochi e tra poco il numero degli abitanti aumenterà ancora, a causa dei nuovi interventi edilizi. Sarebbe possibile pensare a un coinvolgimento degli spazi della scuola, attuali e futuri, a vantaggio della comunità di Certosa?

 

Luciana Menegazzi

UNA TESTIMONIANZA SULLA SCUOLA M. GREPPIultima modifica: 2008-12-03T13:19:00+01:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento