“FOCUS” SU VIA DI VITTORIO

Con questo lungo post, focalizziamo ancora una volta l’attenzione su via Di Vittorio. I temi aperti sono tanti, la cronaca ci suggerisce di cominciare con il problema dell’illegalità diffusa, della sosta selvaggia e, non ultimo il problema delle manutenzioni stradali.

Sul “Cittadino” di oggi compare un articolo incentrato proprio sul problema dell’illegalità. Lo pubblichiamo integralmente:

“«Per via Di Vittorio, in riferimento al codice della strada, non c’è alcuna garanzia di legalità, a discapito degli onesti cittadini che si sentono ostaggio di chi non rispetta le regole».
Segnali critici, alla vigilia del dibattito in aula sul bilancio di previsione, si alzano dal capogruppo di maggioranza Antonio Marino, il quale torna a puntare il dito contro i parcheggi selvaggi, con una nota in cui, in tema di conti del comune, si domanda: «Quante delle innumerevoli infrazioni vengono sanzionate?». E se i numeri in questa parentesi amministrativa sono protagonista assoluti, l’esponente del gruppo misto ricorda con disappunto che il problema, lamentato da anni, riguardo le mancate multe nel popoloso quartiere, si traduce in «minori entrate nelle casse comunali, dovute al mancato sanzionamento nella giusta quantità delle infrazioni, con possibili conseguenze nel bilancio comunale». In vista quindi del dibattito che si terrà in sede istituzionale, dai banchi di centrodestra Marino rimarca: «Mi auguro che nell’imminente futuro, le istituzioni preposte affrontino concretamente questo problema per rispetto ai corretti e onesti cittadini, che pagano le tasse».
Il fatto più recente sembra risalga proprio alla giornata di sabato, in cui un parcheggio di via Parri sarebbe stato teatro di un alterco segnalato al sindaco in una lettera protocollata nella giornata di ieri da un residente.
«Vorrei sapere – chiede il firmatario al vertice del comune – se nonostante le molte lamentele di noi cittadini della zona si stia cercando una soluzione a questo problema, che è ormai diventato disastroso». Nella missiva, vengono denunciati pubblicamente ripetuti sgarri, soprattutto per quanto riguarda «vetture che oltre a non rispettare l’ora di sosta, occupano senza timori marciapiedi, piste ciclabili, posti per disabili, passi carrai e attraversamenti pedonali». Un fatto che vede riesplodere la protesta che di tanto in tanto ha scaldato la comunità locale, soprattutto nella zona di via Parri e Di Vittorio, rimbalzando negli ambienti politici cittadini. Tanto che Marino torna ancora una volta a parlare di «disparità di trattamento tra gli abitanti della stessa città». La gente chiede così, ancora una volta, ordine e rispetto delle regole.
Giulia Cerboni

Nella rubrica delle “Lettere” compare una missiva a firma Antonio Marino, che ripercorre le stesse problematiche:
………………

Imperante malcostume viabilistico

 Nel popoloso quartiere ParriDi Vittorio, non ci si può assolutamente lamentare in fatto di ottimi servizi. Ci sono due farmacie, da anni è attivo un ottimo ufficio postale. Ci sono due scuole, una elementare e l’altra materna, ed infine anche un asilo nido. Inoltre è in atto una richiesta da parte dei genitori, per una riapertura di una scuola media, chiusa tempo addietro. Il sottoscritto si è fatto interprete presso l’amministrazione locale, per avere nel quartiere un altro studio medico, oltre ai due già esistenti, quindi ottimi servizi di cui essere più che soddisfatti. Purtroppo l’unico problema ancora irrisolto e che si trascina nel  tempo al punto da definirlo “cronico“  è unmalcostume in fatto di violazioni delle norme del codice della strada, forse favorito anche dall’inefficienza nei controlli da parte del corpo di polizia locale. Quante infrazioni vengono commesse mensilmente in questo quartiere? Quante da parte deimotorini sia in strada e nei sottopassi ferroviari dove il transito agli stessi sarebbe vietato da apposita segnaletica posta in loco? Quante poi di queste innumerevoli infrazioni vengono realmente sanzionate dal corpo di polizia locale? Ecco ad elencarvi le conseguenze di quanto sopra:

 a. Nessuna garanzia di legalità per questo quartiere.

b. Presunti minori introiti per le casse comunali, per presunte infrazioni non sanzionate.

Vi sembra poco tutto questo? E il bilancio comunale?

Antonio Marino
Consigliere comunale del comune di San Donato Milanese

………………

A noi sembra però che, contrariamente a quanto dice il Consigliere Marino, non sia questo “l’unico problema ancora irrisolto”.

Vogliamo per esempio ricordare il problema delle manutenzioni stradali, alla ribalta ormai da troppo tempo e giunto ora a un punto critico. Ecco le nostre foto che documentano il disastro:

IMG_0645.JPGIMG_0636.JPGIMG_0634.JPGIMG_0630.JPGIMG_0629.JPGIMG_0631.JPGIMG_0633.JPGIMG_0635.JPGIMG_0638.JPGIMG_0641.JPGIMG_0649.JPGIMG_0640.JPG

 

 

 

 

 

 

Oltre il danno, anche la beffa, dato che c’è il sole da più di una settimana:

IMG_0648.JPG

“FOCUS” SU VIA DI VITTORIOultima modifica: 2009-02-17T11:22:00+01:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento