LUOGHI PERICOLOSI

Più di un anno fa, ci eravamo già occupati della griglia di esalazione del Redefossi situata tra la via Emilia e via Volturno, segnalando la sequenza di fioriere rotte lungo il percorso della via Emilia. Oggi, a distanza di tanto tempo, dobbiamo tornare sull’argomento, notando che non solo le fioriere non sono state ripristinate, bensì tutta l’area attorno alla griglia, recintata a suo tempo con rete rossa da cantiere, è oggi in uno stato di degrado notevole e, ancor più grave, la recinzione è stata forzata e chiunque può accedere a un’area divenuta oltremodo pericolosa. Abbiamo scattato alcune foto a dimostrazione dello stato di fatto.

 IMG_0906.JPG

IMG_0908.JPGIMG_0907.JPGIMG_0912.JPG

 

 

 

 

 

 

 

 

All’interno dell’area recintata, dove possono accedervi anche bambini, troviamo strutture in ferro, lamiere arrugginite e rifiuti:IMG_0909.JPGIMG_0910.JPGIMG_0911.JPG

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

All’esterno, questa cassetta di derivazione elettrica giace mezza divelta:

IMG_0904.JPGIMG_0905.JPG

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Poco prima della recinzione, troviamo privo di protezione un tratto di verde che un tempo conduceva ad un passaggio pedonale, poi rimosso in quanto troppo pericoloso, con il risultato che diventa un invito all’attraversamento in un punto altamente sconsigliabile:IMG_0913.JPG

 

 

 

 

 

 

 

Proseguendo, arriviamo al laghetto, dove la situazione dell’acciottolato è identica a due anni fa, quando la documentammo per la prima volta (cioè manto disgragato, pericoloso a percorrersi):

IMG_0915.JPGIMG_0913.JPGIMG_0916.JPGDavvero un brutto esito per la nostra perlustrazione, che aveva in origine lo scopo di documentare la messa a dimora di alcune piante ad alto fusto attorno al laghetto. Purtroppo via Volturno appare abbandonata a se stessa, nonostante sia un utile e utilizzato percorso anche per recarsi all’area protetta per i cani. Ma l’aspetto più importante di questa situazione è la PERICOLOSITA’ di un simile stato di degrado. Speriamo che questa nostra segnalazione venga raccolta da chi di dovere e che si provveda al più presto alla messa in sicurezza, se non al ripristino, dei luoghi in oggetto.

LUOGHI PERICOLOSIultima modifica: 2009-05-04T18:35:00+02:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento