UNA RISPOSTA ALLE DICHIARAZIONI DEL SINDACO

Dopo la pubblicazione dell’articolo nel quale il Sindaco Dompè asserisce non esservi un’emergenza sicurezza in città (contraddicendo così, almeno in apparenza, ciò che aveva dichiarato in interviste precedenti), non si è fatta troppo attendere la risposta del nostro blog, che ha inviato un comunicato stampa al “Cittadino”. Ecco per intero l’articolo pubblicato oggi:

«Più che la spesa per le nuove telecamere, servirebbe il potenziamento del corpo dei vigili oppure il coinvolgimento della guardiania privata per poter istituire il terzo turno di vigilanza, e anche il quarto». Dopo le recenti dichiarazioni del sindaco Mario Dompé, il quale in una nota stampa, sottolineando che non c’è emergenza sicurezza, ha annunciato l’istallazione di nuove telecamere, i cittadini del blog Certosa hanno diramato una missiva, in cui tornano a sollecitare l’introduzione di deterrenti per assicurare ordine e legalità nel loro quartiere. «Vorremmo che il sindaco – dicono – ci dicesse che anche il nostro comune, come quello di San Giuliano, ha avuto accesso ai fondi destinati dalla Regione per la sicurezza, e non che mancano i soldi per il vigile di quartiere (mentre pare ci siano per le telecamere). Vorremmo che più vigili venissero destinati al monitoraggio e al controllo del territorio, togliendoli alle mansioni di ufficio. Vorremmo che si facessero azioni congiunte interforze di routine, per affiancare ai vigili urbani i carabinieri, potenziandone così le possibilità operative. Vorremmo che alcuni spazi comuni fossero ridisegnati pensando alla sicurezza di chi li attraversa o di chi li frequenta, e che siano liberati da pregiudicati e ubriachi, prima di sentirci dire che dobbiamo abitare la città». Prosegue intanto la petizione promossa da un gruppo di cittadini per sollecitare maggior presidio in piazza Tevere e negli altri tratti di quartiere dove vengono lamentati bivacchi e altre antipatiche situazioni, dopo aver illustrato i propri disagi di fronte alle telecamere del Tg3, i residenti della zona colgono l’occasione per riassumere le loro principali richieste in tema di sicurezza. «I sandonatesi – ricordano – vogliono che vengano rispettate le leggi e le ordinanze del sindaco in tema di consumo di stupefacenti e di bevande alcoliche, bivacchi, prostituzione e accattonaggio molesto: il modo principale per riuscirci è che le forze dell’ordine riprendano il controllo del territorio, che siano messe in grado di farlo». Questa in sintesi l’istanza che torna ad alzarsi dal tratto decentrato di città che si affaccia sulla via Emilia.

Grazie al “Cittadino” per aver raccolto, ancora una volta, la nostra voce.

UNA RISPOSTA ALLE DICHIARAZIONI DEL SINDACOultima modifica: 2009-09-15T10:10:53+02:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento