NUOVI ALLEATI PER LA CAMPAGNETTA

Nuovi alleati per la questione Campagnetta: anche la Lega Nord sposa l’idea di non costruire sull’area dell’ex-canale navigabile in favore di un possibile “parco delle Abbazie” e alza i suoi vessilli in via Di Vittorio, come riportato dalla “Gazzetta” in edicola lunedì:

Gazzetta 28.09.09 Campagnetta.jpg

 

 

 

 

 

 

 

L’uscita della Lega segue a ruota la presa di posizione del co-coordinatore del PdL locale, nonchè Assessore provinciale al bilancio, Luca Squeri che già si era dichiarato, attraverso un nutrito documento tecnico/politico, a favore delle tesi portate avanti dal Comitato “Giù le mani dalla campagnetta”. Un altro punto a favore del Comitato e di coloro i quali ritengono che via Di Vittorio sia già più che penalizzata per poter sopportare altri abitanti e altra riduzione del verde pro-capite. Ma in un trafiletto a margine dell’articolo principale, il giornalista lascia capire che l’idea di costrire sulla Campagnetta è tutt’altro che tramontata, nonostante queste prese di posizione e la raccolta-firme che prosegue a pieno ritmo con molte nuove adesioni. Eppure vi sarebbero, con i nuovi strumenti di pianificazione, molte possibilità per contemperare i diritti della proprietà con le esigenze popolari e il rispetto dei livelli superiori (regionali e provinciali) della pianificazione urbanistica.  Ci è stato segnalato anche che in via Di Vittorio qualcuno cerca di convincere gli abitanti che sarebbe meglio lasciar posto alle case ed avere un parco più ridotto ma ben fatto, piuttosto che lasciare l’area incolta. Noi invece sappiamo che le alternative ci sono e sono praticabili, basta volerlo. Che cosa porterebbe dunque ad insistere ulteriormente con un progetto edificatorio? Quali ragioni vi potrebbero essere per rendere edificabile quell’area all’interno del redigendo PGT, in netto contrasto con la pianificazione Regionale e Provinciale?

NUOVI ALLEATI PER LA CAMPAGNETTAultima modifica: 2009-09-30T11:00:00+02:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento