MOZIONE SULLA CAMPAGNETTA

Ecco il testo della mozione di alcuni esponenti del centro-destra sulla Campagnetta, a firma Ghilardi, Vigorelli, Lusetti, protocollata oggi:

 

Egr. Signor Presidente del Consiglio Comunale

di San Donato Milanese – Provincia di Milano

 

 OGGETTO : Mozione a tutela dell’area ex canale navigabile – “la Campagnetta”

 

Il Consiglio Comunale,

Premesso che

L’area dell’ex canale navigabile, posta longitudinalmente a ridosso di via Di Vittorio (San Donato Milanese), denominata “la Campagnetta” ha un’estensione di circa 53.000 mq, costituendo il confine tra i retri dei caseggiati (che prospettano sulla via – lato ovest) con l’area industriale di San Donato – via Marcora e San Giuliano – via per Civesio.

Via Di Vittorio è il quartiere più densamente abitato di San Donato Milanese: sugli 800 metri di lunghezza della via insistono circa 6.000 abitanti, che, sommati ai 2.000 abitanti del confinante quartiere di Certosa, portano la popolazione di questo insediamento a rappresentare circa un quarto della popolazione comunale; per contro entrambi i nuclei abitati sono carenti di aree verdi ed hanno il più basso rapporto di verde per abitante della città, secondo i canoni previsti dalle Norme Tecniche di Attuazione (NTA) del vigente PRG.

 Preso atto che

L’area in oggetto è inserita nel Piano Regolatore Generale (PRG) in vigore come area a standard AP (attrezzature pubbliche) con specifica destinazione a verde pubblico con attrezzature per lo svago e lo sport; tale destinazione ha di fatto sostituito la destinazione originaria, che vincolava – fino dagli anni ’30 del secolo scorso – quel lotto alla costruzione del Canale Navigabile Cremona/Milano; archiviata poi la realizzazione del canale navigabile l’area ha mantenuto nei PRG succedutisi nel tempo il vincolo ad uso pubblico, pur non essendo stato mai realizzato, come da destinazione urbanistica, il parco.

Uno studio della Regione Lombardia, realizzato qualche anno fa all’interno del progetto di cooperazione transnazionale LOTO e cofinanziato dall’Unione Europea, definisce tale area come “risorsa fondamentale per dare continuità all’ambito vallivo del Parco Agricolo Urbano della Vettabbia lungo la direttrice NO/SE” e connessione tra le Abbazie di Chiaravalle e Viboldone: per secoli centri monastici di grande risonanza e tuttora gioielli di fede, arte e tradizione.

Su iniziativa di cittadini residenti in via Parri/Di Vittorio è sorto un comitato per la Campagnetta che ha raccolto migliaia di firme (di cui oltre 1.500 già protocollate in data 27.03.09) con cui i cittadini esprimono la loro determinazione affinché l’Amministrazione Comunale tuteli l’area da eventuale edificazione e la destini a verde, così come da indicazione del PRG e del PTCP.

 Impegna il Sindaco e la Giunta

A prevedere che, con il nuovo PGT e tramite gli strumenti giuridici opportuni, all’intera area della “Campagnetta” sia attribuita la destinazione urbanistica più consona per la sua effettiva integrazione nel “Parco Agricolo Urbano della Vettabbia”, anche affinché si mantenga il corridoio ecologico di collegamento tra Chiaravalle e Viboldone valorizzandolo quale “via verde delle Abbazie”, anche attraverso percorsi ciclo-pedonali.

A raggiungere gli obiettivi suddetti senza che questo comporti il venir meno del diritto per la proprietà, ma anche senza allocazione edificabile alcuna.

  

Consigliere Luigi Ghilardi – Lega Nord

Consigliere Alessandro Vigorelli – Lega Nord

Consigliere Manolo Lusetti – Il Popolo della Libertà

 

MOZIONE SULLA CAMPAGNETTAultima modifica: 2009-10-30T22:05:10+01:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento