EX CARTE E VALORI: SALTA LA SERRATURA

Come forse ricorderete, nel mese di novembre dello scorso anno ci siamo interessati al problema dell’ex Carte e Valori, stabilimento dismesso nelle immediate vicinanze di piazza Tevere, lasciato in stato di abbandono dalla proprietà. Alcune persone avevano approfittato della mancanza di sorveglianza e vi si erano introdotte, facendone un’abitazione di emergenza. Avevamo scritto all’URP, ma dopo tutti questi mesi non siamo ancora riusciti a sapere di chi sia la proprietà dell’area, se sia stata contattata dall’Ufficio Tecnico (come promesso) e se, in questo caso, la proprietà stessa abbia provveduto a inoltrare formale denuncia ai Carabinieri, come dovuto. Inoltre, abbiamo notato che la serratura esistente è stata fatta “saltare”. Per questi motivi, oggi abbiamo scritto nuovamente all’URP. Ecco il testo della email:

“Spett. ufficio URP,

faccio riferimento alla mia email del 04.11.09 riguardante l’ex Carte e Valori di Certosa, per chiedere aggiornamenti. Visto che in data odierna la serratura dell’ingresso alla fabbrica sul lato via Greppi risulta mancante (evidentemente qualcuno l’ha divelta), vorrei sapere se l’Ufficio Tecnico è riuscito nel frattempo a prendere contatto con la proprietà dell’area per la messa in sicurezza dello stabilimento dismesso e se quest’ultima ha adempiuto ai suoi doveri (denuncia ai Carabinieri).
 
In attesa di una vortra risposta, porgo cordiali saluti.
 
Luciana Menegazzi”
Rimaniamo dunque in attesa. Nel frattempo ringraziamo i Carabinieri per l’intervento fatto a suo tempo, che ha portato all’allontanamento degli occupanti abusivi, e per l’impegno che stanno dimostrando nell’attività investigativa sul territorio, con i risultati di cui possiamo leggere, tra le altre, sulle pagine del “Cittadino”:
“Maxi retata giovedì sera dei carabinieri della compagnia di San Donato impegnati con il supporto del battaglione Lombardia in un’operazione di controlli su tutto il Sudmilano, in particolare nella periferia di San Donato, Melegnano, San Colombano e Segrate. I militari sono scesi in campo dopo gli sgomberi dei nomadi a Poasco per evitare altri insediamenti sul territorio, ma anche per contrastare l’immigrazione clandestina e prevenire furti e rapine. Diverse persone sono state controllate, tre arrestate in esecuzione di ordini di custodia in carcere. In piazza Tevere, alla Certosa, i militari del nucleo radiomobile, hanno accertato l’identità di alcuni giovani fra cui C. C., nato ad Ariano Irpino nel 1977, ma residente a Binago (Como). Si tratta di un pregiudicato, già condannato per il reato di furto aggravato e arrestato in esecuzione della pena presso la casa circondariale di San Vittore.”(segue in rassegna stampa)

EX CARTE E VALORI: SALTA LA SERRATURAultima modifica: 2010-01-26T16:51:00+01:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento