CERTOSA, UN QUARTIERE FIGLIO DI NESSUNO

Seconda puntata del nostro breve excursus sul PGT presentato in bozza il mese scorso in Aula Consiliare.

Ci occupiamo oggi finalmente del nostro quartiere esprimendo forti perplessità per le scelte che si possono intuire ad una prima lettura della bozza in oggetto.

Cominciamo con l’ambito di trasformazione che il PGT ci riserverebbe e che viene impropriamente definito “Parco di via Olona”. Nella planimetria troviamo una scritta che ricopre gli attuali giardinetti: “completamento giardino di quartiere”. Di quale completamento si tratti non è dato capire, in quanto i giardini sono già completati da molto tempo. A fianco viene perimetrata l’area dell’attuale parcheggio, di proprietà privata e completamente in disuso, alla quale viene apposta la sigla AT.A3 e la dicitura “area di concentrazione anche per edilizia residenziale”. Il sospetto che non di parco si tratti, ma di edilizia residenziale ex-novo comincia ad insinuarsi. Difatti, leggendo la corrispondente tabella degli ambiti di trasformazione ambientale, leggiamo che, a livello di Documento di piano, sarebbero possibili due opzioni negoziali. Livello 1: Verrebbe attribuito un indice edificatorio di 0,15 mq per metro quadro per edilizia residenziale in cambio della cessione e monetizzazione dell’80% dell’intero ambito di trasformazione. Livello 2: all’area viene attribuito un indice edificatorio di 0.25 mq per metro quadro per edilizia residenziale con quota (non specificata) di edilizia sociale in cambio della cessione e monetizzazione dell’80% dell’intero ambito di trasformazione, con il completamento e la connessione del parco esistente (leggi: giardinetti). Che cosa dovrebbero significare queste diciture? Che sul parcheggio di via Olona sono previste nuove case. Eliminando così un’area di parcheggio che, se diventasse pubblica, potrebbe risolvere i problemi di congestionamento in quest’area di Certosa e andando ad aggiungere nuovi abitanti a un quartiere che già scoppia, “mangiando” un’area a standard senza produrre nuovi standard in un quartiere che, a differenza dei nostri “cugini” di via Di Vittorio, non ha nemmeno una “campagnetta” da difendere. Il quartiere è saturo, sulle sue strette viuzze si riversano gli autoveicoli dei quasi duemila abitanti che, in moti casi, data la vetustà delle case, non posseggono nemmeno un posto auto; il parchetto tra via Tagliamento, via Volturno e via Olona è l’unico verde, assieme all’esigua area per i bambini di via Po, di cui possa godere il quartiere, soffocato tra la via Emilia, il cavalcavia e la ferrovia. E non sono ancora arrivati i nuovi abitanti delle due realizzazioni più recenti: i due strabili del “Quinto miglio”, in fase di ultimazione, e quelli che si riverseranno a cavallo tra Certosa e Borgolombardo quando sarà ultimato l’edificio dell’ex-Bull.

Per di più, nuove cubature sono previste sull’area dell’ex Carte e Valori, dove il disinteresse di questa Amministrazione per i quartieri più poveri e già penalizzati come il nostro raggiunge il livello massimo di sopportazione. Dalla tabella, infatti, si evince che (unica opzione), oltre alla volumetria di base prevista sull’ex area industriale, vi sia una volumetria aggiuntiva, ricavata da un altro ambito (AT.V3) che corrisponde all’ex parco-tubi, che verrebbe ceduto in toto in cambio, appunto, di una aumento di volumetria sull’ex Carte e Valori, con qualche opera aggiuntiva non meglio precisata. Insomma, una nuova colata di cemento e nuovi abitanti per un quartiere che è stato definito “orfanello” da una persona che lo conosce bene e che ora rischia di diventare, oltre che figlio di N.N., anche vittima ulteriore di questa forsennata rincorsa alla riduzione del consumo di suolo, la quale si traduce spesso in uno scriteriato sovrautilizzo delle aree esistenti in quartieri che non possono sopportare un solo edificio in più, un solo abitante in più, una sola automobile in più.BOZZA PGT TABELLA CERTOSA.jpgBOZZA PGT MAPPA CERTOSA 3.jpg

BOZZA PGT EX PARCO TUBI.jpgBOZZA PGT MAPPA CERTOSA 2.jpgBOZZA PGT MAPPA CEROSA 1.jpg

CERTOSA, UN QUARTIERE FIGLIO DI NESSUNOultima modifica: 2010-05-30T18:28:00+02:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento