CERTOSA, ALZA LA VOCE!

Un bell’articolo sul “Cittadino” di ieri riassume i problemi del nostro quartiere e ve lo proponiamo per intero (come sempre lo potrete trovare anche in rassegna stampa):

“Viabilità, sicurezza e uno sviluppo urbanistico che non sembra entusiasmare i residenti: il quartiere di Certosa torna a chiedere attenzione. Animati dalla volontà di tenere alte le istanze dell’agglomerato urbano di quasi di 2mila cittadini che la via Emilia separa dal resto di San Donato, un gruppo di residenti si sta organizzando per costituire un comitato civico. Nel frattempo, in questa fase di stesura del Pgt (Piano di governo del territorio), le condivise preoccupazioni hanno ancora una volta trovato voce sul blog della zona (percertosa.myblog.it), in un documento dal titolo “Certosa, un quartiere figlio di nessuno”. Ma quali sono i principali problemi? Sono gli stessi cittadini a segnalare alcuni disagi.Sicurezza e riqualificazioneDopo la raccolta firme che si è conclusa con quasi 200 adesioni, i residenti lamentano la mancanza di risposte istituzionali da parte del comune. In particolare, oltre al potenziamento del presidio, nella petizione venivano anche chiesti alcuni deterrenti, in termini di lavori pubblici, per risolvere gli annosi problemi lamentati a gran voce riguardo bivacchi e altre situazioni su cui torna ad essere portata l’attenzione. E in termini di opere, alla notizia di nuovi investimenti concentrati in una rosa di parchi giochi della città, da parte di alcuni genitori nell’apprendere che Certosa è esclusa da questo piano, si sono scatenate pronte reazioni. In passato infatti un gruppo di famiglie aveva anche lanciato un’istanza condivisa per chiedere la sostituzione dei divertimenti per i più piccoli che si trovano in via Olona, dove, ricordano i diretti interessati, urgono interventi. E c’è chi si mostra anche pronto a tratteggiare una mappa delle strade colabrodo, che attendono un piano di asfaltatura.Viabilità e parcheggi In una fase in cui i riflettori si sono accesi sul Piano urbano del traffico, al vaglio dei tecnici, i sandonatesi della zona ricordano che «il quartiere è saturo, sulle sue strette viuzze si riversano gli autoveicoli dei quasi duemila abitanti che, in moti casi, non posseggono nemmeno un posto auto essendo molte case state realizzate ormai da alcuni decenni». Viene così ricordato che un paio di anni fa sono state avanzate anche alcune proposte per distribuire la viabilità del quartiere, in modo tale da sgravare le vie interne maggiormente tartassate dal grande carico quotidiano di mezzi. Idee, su cui alcuni abitanti della zona a questo punto intendono tornare a confrontarsi.Sviluppo urbanisticoSe per il comune di San Donato è tempo di stesura del Pgt (Piano di governo del territorio), tra gli abitanti di Certosa si sta diffondendo la forte preoccupazione di un’eventuale espansione urbanistica che porterebbe nuovi residenti in un’area della città che, ricorda chi ci vive, «è già satura». In particolare, si alzano timori per l’area privata che sorge in fondo a via Olona, un tratto di territorio in disuso da tempo, che versa in stato di degrado. L’allarme sembra sia scattato a seguito della dicitura nella planimetria “area di concentrazione anche per edilizia residenziale”: una temuta prospettiva rispetto alla quale i cittadini, che auspicavano in quel tratto la realizzazione di un parcheggio pubblico, intendono dare battaglia. Si aggiunge poi il capitolo dell’area ex Carte & Valori, dove sembra sia previsto un potenziamento volumetrico degli spazi abitativi.”

CERTOSA, ALZA LA VOCE!ultima modifica: 2010-06-09T10:43:47+02:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento