CERTOSA, UNA NOTTE DA INCUBO

Notte in bianco per molti cittadini di Certosa, in particolare per quelli al confine con San Giuliano. Dapprima, infatti, alcuni lavori stradali in via Greppi hanno impedito ai cittadini di prendere sonno. Non si sa che tipo di urgenza ci fosse, ma una ruspa ha tenuto tutti con gli occhi aperti fino a notte fonda, per poi lasciare al mattino la sua traccia, malamente richiusa (sarebbe auspicabile un ripristino adeguato del manto stradale in tempi brevi), il tutto accompagnato dal rumore di oggetti metallici trascinati e altri suoni poco piacevoli. Dalle tre del mattino, poi, un nuovo allarme ha fatto scendere tutti nuovamente dal letto. Lascio la descrizione dei fatti a Daniele Borriero, che ci ha mandato anche le foto. Grazie Daniele, e speriamo che stanotte vada un po’ meglio:

Alle 3,30 di questa notte siamo stati svegliati da un forte botto. Di lì a poco le sirene ci hanno fatto capire l’origine del rumore che ci aveva destati. Mi precipito nel parcheggio per vedere cosa fosse successo, con l’ansia che potesse essere la mia vettura coinvolta. Il fumo è però più in là, all’altezza del Mulino Fiocchi, dove si levano fiamme altissime. Da lontano riesco a scorgerne l’origine: si tratta di un camion parcheggiato sulle copertura del Redefossi parallela alla via Emilia. Sono già presenti sul posto i Carabinieri e i pompieri. L’incendio non risulta affatto facile da domare. I pompieri cercano un idrante che NON C’E’. Ve n’è uno nel parcheggio adiacente, ma è fuori uso da anni. Intervengono da Piazzale Cuoco a Milano, dove vi è l’unica e più vicina caserma dei pompieri che serve tutta la zona a sud di Milano, altre camionette. Finalmente l’incendio è spento, l’aria è irrespirabile. Si contano i danni: una famiglia piange la propria vettura distrutta. Il camion è completamente devastato dal rogo. La gente destata dal fracasso è arrabbiata, preoccupata. Sta tornando l’incubo piromane che ha coinvolto gli abitanti di San Donato e San Giuliano Milanese fino a 3 anni fa? E chi è questo piromane? Hanno un legame tra loro gli incendi scoppiati nell’abitato di San Giuliano Milanese recentemente? Nell’incertezza di scoprire i colpevoli, rimane purtroppo una constatazione da fare. Cosa hanno fatto i Comuni di San Donato Milanese e San Giuliano Milanese per mettere in sicurezza i parcheggi in maniera che l’eventuale incendio di una vettura non coinvolga anche case e persone? Sono state negli anni denunciate situazioni di pericolo: posti auto vicini a impianti del gas, adiacenti alle finestre delle case, come in tutta Certosa, addirittura contro il confine delle case, come il parcheggio dietro la scuola Greppi, ma entrambi i Comuni hanno fatto finta di niente. Nulla. Forse non esiste una legge apposita, ma IL BUON SENSO sì. Ed è quello che ti fa capire che un rogo analogo a quello di stasera per le strade di Certosa avrebbe potuto provocare anche una strage. Quando succederà, non si potrà citare l’imprevedibilità della cosa, ma la colpevolezza di chi per anni ha simulato indifferenza per non mettere mano al portafogli. Un saluto e grazie, Daniele Borriero.

Immag154.jpg

 Immag155.jpgImmag156.jpg

CERTOSA, UNA NOTTE DA INCUBOultima modifica: 2010-06-12T19:15:00+02:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento