CONSIGLIO COMUNALE MERCOLEDì 15: TORNA LA MOZIONE FORENZA PER CERTOSA

Dal sito del Comune, ecco l’Ordine del Giorno del prossimo Consiglio Comunale:

Convocazione Consiglio Comunale    
Pubblicazione 10/09/2010 – 16/09/2010
Ultimo aggiornamento  10/09/2010

Si comunica che, ai sensi dell’art. 24 comma 4 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, il Consiglio Comunale è convocato presso la Sala Consiliare in seduta straordinaria di prima convocazione per il giorno mercoledì 15 settembre 2010 alle ore 20.30 e in seconda convocazione per lunedì 20 settembre 2010 alle ore 20.30, per la trattazione del seguente ordine del giorno:

1. Comunicazioni del Sindaco;
2. Mozione per la salvaguardia del quartiere “Certosa” presentata dal Consigliere Forenza;
3. Centri Sportivi Via Caviaga e Via Maritano – Revoca deliberazione Consiglio Comunale n. 43/2008 e affidamento gestione provvisoria ad ACS S.r.l.;
4. Ordine del giorno per sollecitare il Parlamento ad approvare il disegno di legge per la regolamentazione del rifornimento di metano per autotrazione in modalità self service presentato dal Consigliere Battocchio;
5. Ordine del giorno “salviamo una vita” presentato dal Consigliere Beatrice.


Ecco il testo della mozione del Consigliere Francesco Forenza, così come avrebbe dovuto essere discusso nel Consiglio Comunale del 28/07. In quella occasione, il Presidente Compagnone non ammise la mozione e la rimandò:

OGGETTO: mozione per la salvaguardia del quartiere “Certosa”

Premesso che:

– il quartiere “Certosa” si trova in una posizione del territorio sandonatese limitata, circoscritta e fortemente urbanizzata, con evidenti problemi per quanto riguarda il verde a disposizione di ogni singolo abitante, e un flusso del traffico automobilistico penalizzato a causa della particolare conformazione delle vie;

– il quartiere “Certosa” soffre la mancanza di parcheggi per i veicoli dei residenti;

– da tempo i residenti del quartiere lamentano problemi inerenti la sicurezza della zona;

– da anni i residenti lamentano problemi inerenti il degrado urbano del quartiere;

Constato che:

– dalla bozza del PGT si evince come il quartiere di “Certosa” sarà soggetto a ulteriori interventi urbanistici per la realizzazione di nuove abitazioni, in aggiunta a quelle già previste o in fase di realizzazione;

– i suddetti interventi urbanistici (previsti per l’area dell’ex Stabilimento “Carte e Valori” e per il parcheggio ex Pirelli) richiederanno un forte aumento delle volumetrie rispetto al Piano Regolatore Generale (PRG) vigente;

– negli ultimi anni l’Amministrazione Comunale non ha messo in atto nessuna azione per risolvere i problemi di sicurezza e di microcriminalità della zona;

– negli ultimi anni non è stata realizzata nessuna opera per migliorare il decoro e l’arredo urbano del quartiere;

Preso atto che:

– tutti gli interventi urbanistici previsti per Certosa peggioreranno ulteriormente una situazione abitativa, viabilistica, di aree a verde pubblico e di disponibilità parcheggi già critica;

– le reali richieste e le esigenze dei residenti della zona, come già fatto presente in altre occasioni, sono ben diverse rispetto a quanto l’Amministrazione Comunale sta progettando di realizzare;

– essendo in corso la stesura del PGT, non è utile discutere ora varianti di volumetrie nella zona di Certosa, ma è più sensato programmare gli interventi sull’area in un disegno globale all’interno del PGT stesso;

IL CONSIGLIO COMUNALE IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA

1) A non portare in discussione in Consiglio Comunale nessun tipo di variante al Piano Regolatore Generale (PRG) per quanto riguarda le volumetrie adibite a residenziale attualmente previste all’interno del quartiere, lasciando di fatto la situazione invariata;

2) A valutare e programmare tutto ciò che riguarda interventi urbanistici nel quartiere di Certosa all’interno della discussione generale per la stesura del PGT di San Donato;

3) Di stabilire che le aree adibite a standard e a verde dei nuovi insediamenti abitativi non siano monetizzate come ormai è consuetudine fare, ma vengano individuate all’interno del quartiere stesso e soprattutto rese usufruibili e utilizzabili da parte di tutti i residenti e di tutti i cittadini;

4) A studiare, con la collaborazione dei residenti della zona, un piano efficace per garantire la sicurezza del quartiere, e un piano di opere necessarie per ridare allo stesso il giusto decoro urbano.


San Donato Mil.se, 19 Luglio 2010

Il Consigliere Comunale
Francesco Forenza

Purtroppo, dopo l’approvazione in quel Consiglio Comunale, della delibera riguardante la convenzione su Carta e Valori (che prevede l’applicazione del cosiddetto Piano Casa solo su quell’area in tutto il quartiere, con conseguente triplicamento delle volumetrie, monetizzazione degli standard e relizzazione con semplice Dia o permesso di costruire) di questa mozione rimarrà ben poco. vedremo se il Consigliere Forenza la presenterà ancora così com’era o se verrà emendata in alcuni punti.
Vedremo soprattutto se si riaccenderà il dibattito sul nostro quartiere anche in sede istituzionale, oltre che sui mezzi di informazione. Tutti in Aula Consiliare mercoledì prossimo!
CONSIGLIO COMUNALE MERCOLEDì 15: TORNA LA MOZIONE FORENZA PER CERTOSAultima modifica: 2010-09-12T16:54:00+02:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento