LA “VORAGINE” DI VIA ADDA: UNA TESTIMONIANZA

A proposito della piccola voragine di via Adda, ecco che cosa ci scrive Daniele Borriero:

Le prolungate piogge della notte scorsa probabilmente hanno dato il colpo di grazia: dietro alla scuola di via Greppi, in prossimità del passo carraio che poi sfocia nel parchetto giochi di San Giuliano, si è aperta una profonda voragine. Il terreno ha ceduto rivelando un dilavamento probabilmente protratto nel tempo, che ha creato il vuoto sotto la superficie del giardinetto. Dalla parte opposta, nell’area di parcheggio, un avallamento dell’asfalto esteso per alcuni metri fa sospettare che forse il problema non sia solo localizzato nel punto del cedimento, ma potrebbe interessare una zona più estesa, forse anche quella dove parcheggiano le auto. Cosa c’è sotto il giardinetto e il parcheggio con l’ingresso di via Adda? Due o forse tre fossetti tombinati, che proseguono il loro percorso anche là dove sorgeva la Bull e dove da quasi tre anni si è insediato un cantiere che dovrebbe edificare due palazzi. L’area dove è situata la profonda buca è stata nel frattempo transennata per evitare incidenti. Resta da stabilire a questo punto chi dovrà intervenire. Purtroppo da anni proprio in questa zona di confine avviene lo scaricabarile delle competenze. Da quel che ho potuto sapere, l’area cade sotto San Giuliano, ma esiste una convenzione di manutenzione a carico di San Donato Milanese.  Questo negli anni ha creato non pochi equivoci sull’attribuzione delle responsabilità, ovvero a quale dei due comuni spettasse intervenire, fosse anche solo per un’auto rubata o abbandonata nel parcheggio. Speriamo che malgrado il permanere di questi dubbi, si riesca a risolvere ugualmente al più presto la situazione evitando che sorgano ulteriori situazioni di rischio.

Andando indietro nel tempo, ricordo che diversi mesi fa il nostro condominio si ritrovò il locale box allagato da acqua mista a gasolio. All’epoca era in corso la bonifica del terreno della Bull, a quanto si dice inquinato da gasolio. L’odore del carburante veniva percepito anche a livello del tombino posto in mezzo al parcheggio. Da allora il nostro locale box ha subito diversi allagamenti. Sembra che in occasione dei temporali affluisca una quantità eccessiva di acqua corrente (non piovana) che emerge poi dai nostri tombini. Le nostre pompe non sono ora più in grado di gestirla e ciò causa periodici allagamenti. Sembra che qualcosa sia cambiato nell’idrografia locale. Forse a questo punto sarebbe necessario comprendere qualcosa in più per superare la ridda di supposizioni ed ipotesi che vengono fatte e tentarte di risolvere il problema prima che la situazioni si aggravi.  Il cedimento di oggi lascia aperte molte questioni che per un normale cittadino non sembrano trovare risposte. “
LA “VORAGINE” DI VIA ADDA: UNA TESTIMONIANZAultima modifica: 2010-10-26T11:07:27+02:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento