MANUTENZIONI/3

DOSSO 003.jpgDOSSO 001.jpgDOSSO.jpgProseguono senza sosta le piccole manutenzioni nel nostro quartiere, dopo le segnalazioni fatte durante gli incontri tra il Comitato e il Vicesindaco Monti. Nelle fioriere restaurate sono stati piantate tre nuove piante di pitosforo ed è stato finalmente completato il dosso del passaggio pedonale di fronte all’oratorio. Con un’adeguata segnaletica orizzontale, quel dosso potrà finalmente raggiungere lo stesso standard di tutti gli altri dissuasori di velocità di san Donato, invece di essere la solita opera rabberciata alla bell’e meglio come spesso accade nel nostro quartiere. Finalmente non saremo costretti a ingranare la prima ogni volta che affronteremo il dosso, con il rischio di lasciarci comunque la coppa dell’olio o altro.

Fa piacere vedere che qualcosa si muove, speriamo che si prosegua su questa linea. E’ di oggi un articolo del “Cittadino” che ci informa sullo stop dato in Giunta al progetto di rifacimento della pista di atletica di Metanopoli, per destinare quei fondi a opere più interessanti per i cittadini: noi crediamo che, in tempi di crisi come questi, si debba per forza andare in questa direzione e utilizzare parte delle risorse per mantenere quel contesto che, più o meno bello, abbiamo ereditato dal passato e che, comunque, “certosini” o no, ci fa essere orgogliosi della città in cui abitiamo. Ecco un brano tratto dall’articolo in questione:

“Scontro in giunta sulla proposta del sindaco Mario Dompé di investire 900mila euro di soldi pubblici in una pista di atletica. L’ipotesi una volta raggiunto il banco di confronto dell’esecutivo, in una seduta che risale ai giorni scorsi, è stata contrastata dall’assessore del Pdl, area An, Claudio Monti, il quale nella sua battaglia ha trovato il sostegno di altri portabandiera del principale partito di centrodestra. Il confronto è stato serrato, ma sembra che il match se lo sia aggiudicato la corrente più critica nei confronti di un’operazione che ha fatto discutere anche le compagini politiche, al di fuori dai banchi istituzionali. Interpellato sulle voci che si stanno rincorrendo per la città, l’assessore Monti conferma di aver contrastato l’ipotesi di una strategia che non ha condiviso, mostrandosi pronto a levare gli scudi e a farsi promotore di proposte alternative. «Viste le ristrettezze economiche che il periodo impone per gli enti locali – spiega -, ritengo che le risorse derivanti dall’avanzo di bilancio debbano essere spese in modo attento e oculato per rispondere alle esigenze prioritarie della collettività».” (segue)

MANUTENZIONI/3ultima modifica: 2010-11-12T11:54:00+01:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento