NO ALLA PISTA DI ATLETICA: SONO ALTRE LE PRIORITA’ DEI CITTADINI

Come abbiamo sostenuto più volte, e come sostiene il Comitato Quartiere Certosa, i quartieri hanno bisogno di molte attenzioni e un quartiere come Certosa, da molto tempo “trascurato” (usiamo un eufemismo) avrebbe bisogno di risorse per sopravvivere e stare al passo con gli altri quartieri della città. in tempi di crisi come questi, l’Amministrazione di una città deve darsi priorità che pongano al centro i bisogni fondamentali dei cittadini, evitando sprechi e voli pindarici. In questo senso sembra voglia andare il Vicesindaco Monti e così anche il Coordinatore locale del PdL, Vincenzo Stochino, come rivelato oggi da un articolo del “Cittadino”:

 «Sosteniamo la posizione assunta in giunta dall’assessore Claudio Monti, che ha espresso dissenso rispetto alla proposta di concentrare un cospicuo investimento di risorse pubbliche nella realizzazione di una pista di atletica». Parla il coordinatore locale del Pdl, area An, Vincenzo Stochino, il quale nei giorni scorsi ha organizzato una verifica interna tra assessori e consiglieri della stessa corrente, i quali hanno confermato la propria posizione di sostegno all’assessore, il quale ha detto «no» ad un impegno di spesa pari a 900mila euro per rinnovare la struttura dedicata agli atleti. Se la bocciatura della proposta è stata appoggiata anche da altri assessori di centrodestra, Stochino fornisce quindi un ulteriore conferma sul fatto che il passo è stato compiuto con il sostegno del partito. Lo stesso assessore, interpellato sulle voci che si rincorrevano nei giorni scorsi riguardo le frizioni nell’esecutivo, ha illustrato i motivi che lo hanno spinto a non condividere un’ipotesi di investimento tanto onerosa sotto il piano economico, quando la città ha bisogno di altre risposte prioritarie. Si è invece mostrato disponibile a ragionare su investimenti più contenuti riguardo ad esempio la messa in sicurezza degli impianti esistenti presso il centro sportivo Metanopoli. Un’alzata di scudi che non è certo rimasta isolata, bensì ha trovato la condivisione necessaria per imporre una battuta d’arresto al progetto. Il capitolo quindi per il momento è chiuso.”(segue in rassegna stampa).

Un buon segnale, a nostro avviso, un segnale atteso da molto tempo. La speranza, per noi, è sempre la stessa: che si liberino risorse per il nostro quartiere e per tutte quelle situazioni di degrado e di disagio per i cittadini che si protraggono ormai da anni in tutta San Donato.

NO ALLA PISTA DI ATLETICA: SONO ALTRE LE PRIORITA’ DEI CITTADINIultima modifica: 2010-11-16T18:22:56+01:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento