CASE: A SAN DONATO I PREZZI PIU’ ALTI DI TUTTA LA PROVINCIA

Riprendiamo un articolo pubblicato ieri sul “Cittadino”, che ci informa sulla situazione del mercato immobiliare nella nostra città. Non avevamo dubbi che a San Donato i prezzi degli immobili fossero alle stelle, ma, dall’articolo in questione, apprendiamo che sono addirittura i più cari di tutta la provincia. Con un solo neo: via Di Vittorio. Non dissimile è la situazione di Certosa, dove si possono spuntare prezzi forse ancora più bassi. Che senso ha allora costruire ancora in zone che, evidentemente, non sono appetibili? Che senso ha giustificare queste nuove costruzioni con il bisogno di edilizia a prezzi calmierati, quando i prezzi nel nostro quartiere sono già molto bassi e c’è disponibilità di alloggi?

Ecco un estratto dall’articolo del “Cittadino”:

“I costi delle case in provincia di Milano: i prezzi più alti sono a San Donato. Mentre a Melegnano sono alle stelle i costi di uffici e negozi. Secondo i dati sul mercato immobiliare del territorio, infatti, nella cittadella dell’Eni i costi massimi degli appartamenti nuovi o ristrutturati sono pari a 4mila euro al metro quadrato contro le medie di 2435 euro del sud-est Milano e i 2688 euro dell’intera provincia di Milano. Come dire che, per un’abitazione di 100 metri quadrati, a San Donato si possono arrivare a spendere sino a 400mila euro. Del resto, in base ad una valutazione di qualche mese fa, un appartamento di 100 metri quadrati in una palazzina realizzata una trentina d’anni orsono nel Concentrico costa 350mila euro, mentre nella zona delle Torri Lombarde un immobile sempre di 100 metri quadrati vale 430mila euro. Nelle posizioni storicamente pregiate della cittadella dell’Eni poi, come via Kennedy, le Torri Lombarde o via Europa, una casa di 180 metri quadrati distribuita su 4 locali (collocata in una palazzina non certo nuova) era valutata sino a poco tempo fa 730mila euro, ovvero più di 4mila euro al metro quadrato. Per spendere meno occorre invece spostarsi in via Di Vittorio, dove con 180mila euro si può strappare un’abitazione da 100 metri quadrati. «San Donato si trova proprio al confine con la metropoli milanese e conta la presenza di colossi a livello nazionale e mondiale – ha affermato Fabrizio Livraghi, titolare di Lombarda Case ed esperto del settore immobiliare -. Logico quindi che i costi delle case siano tanto elevati, anche perché la città è dotata di tutti i generi di servizi». Sul secondo gradino del podio sale invece Melegnano, altra città sull’asse della via Emilia nel cuore del Sudmilano, dove i costi delle case arrivano a toccare i 3700 euro al metro quadrato. (…)”

CASE: A SAN DONATO I PREZZI PIU’ ALTI DI TUTTA LA PROVINCIAultima modifica: 2010-12-29T11:57:00+01:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento