I GIARDINI DI VIA OLONA DOPO CAPODANNO

Riceviamo e pubblichiamo questo amaro ma anche ironico sfogo di Laura Ferrari sui giardini di via Olona, corredato di foto. Grazie, Laura!

“Subito dopo Natale con i miei bambini ho sfruttato il Parco di Via Olona per provare le auto telecomandate regalo di Babbo Natale.E’ un po’ che non usufruivamo di questo spazio, l’inverno è stato piuttosto inclemente. Così, la mattina del 27 dicembre eccomi in pole position.Devo essere sincera:sono stata assalita da un misto di sconforto, nausea e rabbia.

Primo:tutta la parte pavimentata era cosparsa di vetri di bottiglie rotte con pezzi a spigolo vivo molto grandi e molto pericolosi tant’è vero che, visto l’avvicinarsi dell’Epifania, ho pensato che forse era il caso di riesumare la scopa di saggina di mia proprietà.Sdrammatizzo, ma la verità è che, con i guanti, li ho raccolti uno ad uno.Lavoro questo che NON SPETTA AI CITTADINI MA A CHI VIENE PAGATO DAI CITTADINI PER PULIRE…o vogliamo fare come a Bari?

Secondo:persino all’interno dell’area giochi, oltre alla solita cartaccia e innumerevoli pacchetti di sigarette, c’erano diverse deiezioni di cani. E qui, veramente mi rivolgo a quelle persone maleducate e incivili che non arrivano a pensare che danno possono provocare ai bambini che, notoriamente, mettono le mani ovunque senza pensare e corrono per scaricare tutte le loro energie senza guardarsi le punte dei piedi!!!Quando finalmente vedremo delle sanzioni esemplari che spingeranno i proprietari di cani a munirsi di guanto e paletta?
L’unico aspetto positivo è stato notare l’arrivo di un’escavatrice che ha cominciato un lavoro di estrazione di terra per piantare 7 piante nuove in diverse parti del Parco. Non sono esperta agricola e botanica  e non saprei dire di che piante si tratta ma non sono piante giovani e quindi a breve avranno una chioma direi importante.Meno male, perché qui mancava l’ombra anche se il posizionamento non è stato particolarmente tattico, tre piante sono proprio a ridosso del cavacavia!

Subito però la diffidenza mi ha fatto storcere il naso:perché questa attenzione proprio ora?perché questa zona che sembra far parte di una realtà parallela è stata degnata addirittura di un reinfoltimento arboricolo?Soprattutto se pensate che subito dopo Capodanno, la domenica o il lunedì non ricordo con esattezza, il Parco stesso era devastato dall’azione di vandali che hanno sradicato un cestino, pericolosamente lasciato in giro con una parte di cemento attaccata, hanno distrutto il cestino stesso con un botto e HANNO ADDIRITTURA BRUCIATO UN MOTORINO!!! Questo motorino, presumibilmente rubato o abbandonato perché non più utile, dal 28 di dicembre è passato dall’abbandono nell’ex Parcheggio Pirelli alla combustione come falò di fine Anno.Io trovo assurdo che il proprietario di questo spazio, chiunque sia, non venga OBBLIGATO a mantenere uno stato di decoro e pulizia minimi che comprendono l’eliminazione di quel verde tipo boscaglia ricettacolo di ogni tipo di immondizia e l’attenzione per rifiuti pericolosi come questo…la risoluzione, come nel caso dell’Ex Carte Valori, non è l’EDIFICAZIONE!!!
E qui ci ricolleghiamo agli alberi…non è che tanta attenzione è sintomo di qualche cambiamento di stato della zona, per renderla più appetibile a qualche nuovo vicino di casa?Ormai, dopo i precedenti, mi aspetto di tutto…”

Natale 2010 009.jpgNatale 2010 014.jpgNatale 2010 015.jpg

Natale 2010 010.jpgNatale 2010 012.jpgNatale 2010 013.jpgNatale 2010 011.jpg

I GIARDINI DI VIA OLONA DOPO CAPODANNOultima modifica: 2011-01-13T12:51:00+01:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento