NIENTE GIOCHI ALL’APERTO PER I BIMBI DELLA MATERNA “MARIO GREPPI”

Mentre la scuola elementare “Mario Greppi” fa incetta di premi letterari, la scuola materna dello stesso plesso non se la passa bene. Come sappiamo, il giardino nel quale erano soliti giocare i bimbi della materna, infatti, è ancora inaccessibile in quanto dichiarato inagibile dalla ASL dopo il triste incidente costato la perdita di un occhio a un bambino. Da quel giorno, sembra che nulla sia stato fatto per cercare di riaprire il giardino ai bambini, i quali sono costretti a giocare nell’atrio dell’asilo. Un articolo pubblicato sul “Cittadino” di venerdì scorso riassume bene la problematica:

“Niente corse all’aperto per i bambini della scuola di infanzia del quartiere di Certosa. Chi ha memoria di una vicenda, che verrà portata all’attenzione della politica locale, spiega che il veto sarebbe stato posto dopo che un bimbo si è ferito nella parte esterna della struttura. A seguito di quell’episodio, in attesa che il Comune esegua gli interventi di messa in sicurezza, per i piccoli che frequentano il complesso di via Greppi, nonostante la bella stagione, non ci sono più stati giochi all’ombra delle piante. E a proposito di vegetazione non hanno nemmeno più potuto occuparsi del piccolo orto botanico pensato come percorso didattico vicino alla natura. In cerca della soluzione, in aprile la direzione scolastica ha inviato un documento al sindaco Mario Dompé, in cui ha elencato gli interventi necessari per poter restituire ai piccoli quegli spazi del giardino che a tutti gli orari è ormai deserto. La scaletta che Rifondazione comunista ha allegato alla propria mozione con cui solleverà la questione in aula istituzionale, prevede piccoli accorgimenti di modica entità che, nell’insieme, contribuirebbero a proteggere i giovanissimi dai pericoli. Le richieste spaziano da un cordolo paraspigolo al bordo del marciapiede, fino alla copertura con materiale anti trauma dei sette coperchi di cemento sparsi sul prato, passando dalla manifestata esigenza della sostituzione della rete, nonché dalla tinteggiatura del cancello arrugginito e dall’eliminazione dei residui di calcestruzzo dal prato. A questo punto il problema arriverà sui banchi dell’assemblea municipale. Il porrabandiera dei comunisti sandonatesi, Massimiliano Mistretta, illustrando l’appello che si alza dalle famiglie dei bimbi, chiederà infatti all’esecutivo di centrodestra di «adoperarsi affinché venga messo in sicurezza il giardino della scuola di via Greppi a Certosa in modo da garantire, almeno da settembre 2011, con la ripresa del calendario scolastico, la piena fruizione del giardino stesso».In primo piano torna dunque un tema che ha già destato interesse tra la parte di cittadini più attivi e vicini alla partecipazione dell’agglomerato urbano che sorge al di là della via Emilia. I residenti infatti, passando dal tratto centrale del quartiere, si sono accorti da tempo che dalla recinzione non arrivano più le voci dei bimbi che, in passato, quando spuntava il sole, trascorrevano lunghi intervalli giocando sull’erba.Si sono accesi così alcuni interrogativi riguardo le nuove regole imposte, sembra per ragioni di sicurezza. In realtà la scuola si è già rivolta al Comune per chiedere di rimuovere quegli ostacoli attraverso un investimento che potrebbe restituire la piena fruizione della struttura scolastica.Giulia Cerboni”

 

Per la cronaca, il Comitato Quartiere Certosa ha cercato di dare informalmente una mano, portando sulla scrivania del Sindaco, durante l’incontro avuto per parlare del laghetto di via Volturno, la lettera della Dirigente scolastica datata aprile 2011, nella quale si chiedevano gli interventi urgenti per poter riaprire il giardino, lettera alla quale sembra non ci sia stata risposta. Seguiremo gli sviluppi della situazione e invitiamo i genitori a farci avere notizie.

NIENTE GIOCHI ALL’APERTO PER I BIMBI DELLA MATERNA “MARIO GREPPI”ultima modifica: 2011-06-20T10:51:42+02:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento