CERTOSA DIVENTERA’ UN DORMITORIO A CIELO APERTO?

Ampio articolo, sul “Cittadino” di oggi, per dare risalto all’ultima emergenza di Certosa: i senzatetto che dormono sui materassi di recupero, in mezzo alle aiuole, tra i rifiuti. Una visione choccante, un problema che non può, non deve essere rimosso e considerato solo come una banale conseguenza dell’abbattimento di Carta e Valori.

“Dormiva alle 8 del mattino sui materassi impropriamente accatastati insieme al mobilio vecchio in un angolo del quartiere di Certosa: un cittadino lo ha fotografato. Ma sembra che il giovane che si scorge nell’immagine che risale a qualche giorno fa non sia l’unico a utilizzare l’agglomerato urbano di San Donato Milanese come un dormitorio all’aperto. A questo punto il comitato civico del quartiere Certosa lancia l’allarme, chiedendo anche risposte di carattere sociale per questi ospiti, che con la bella stagione si sono organizzati per trascorrere le notti all’addiaccio. Le segnalazioni parlano anche di gente che con il buio utilizza la propria auto come una camera da letto, mentre un’altra persona farebbe altrettanto nel parchetto che sorge, sempre in zona, ai confini con Borgolombardo. E dietro un cespuglio nelle vicinanze della scuola i residenti hanno notato perfino un cuscino. Se i senzatetto nel periodo più freddo avevano trovato rifugio presso lo stabilimento in disuso dell’ex Carte e Valori, a questo punto l’attenzione rimane alta anche con la bella stagione.Riguardo al complesso in attesa di demolizione, i sopralluoghi effettuati in passato dai carabinieri avevano rivelato la presenza di frequentatori abusivi, a cui era seguita poi la testimonianza del movimento di Beppe Grillo, che ha messo su Youtube un video girato nei locali interni dello stabilimento. Ma a questo punto il fenomeno ha raggiunto i margini dell’abitato, che nelle ore più buie sembrano trasformarsi in un punto di riferimento per chi non ha altri luoghi dove potersi riposare. (…)  La maggior parte di loro sono cittadini comunitari, quindi regolari e molti hanno anche un lavoro. Nel frattempo anche la piaga delle risse ha concesso una tregua. Ma l’aspetto sul quale i più attivi pongono l’accento in questo caso guarda al decoro urbano, con un occhio rivolto anche all’aspetto umano e sociale. Da risolvere resta pure il problema della spazzatura di chi cambia arredo e si disfa dei mobili vecchi, abbandonandoli sul marciapiede, come dimostra l’archivio di precedenti pubblicato sul blog della zona (percertosa.myblog.it). Giulia Cerboni”

CERTOSA DIVENTERA’ UN DORMITORIO A CIELO APERTO?ultima modifica: 2011-06-30T12:59:05+02:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento