PER I SENZATETTO DI CERTOSA POTREBBERO ARRIVARE I CITY ANGELS

Come mettere in contatto due realtà che non hanno punti in comune: i senzatetto (che al mattino fanno le valigie e si trasferiscono altrove) e i Servizi Sociali, che potrebbero dare loro aiuto ma che non vanno sul territorio? Forse la soluzione potrebbe essere costituita da un’associazione di volontariato come quella dei “City Angels”, attivi a Milano, soprattutto di notte, da ormai molti anni. Raggiunti telefonicamente dal Comitato Quartiere Certosa per avere un aiuto proprio per contrastare la piaga dei senza-casa che dormono all’aperto, i City Angels si sono subito dichiarati disponibili, purchè, ovviamente, la richiesta venga formalmente fatta dal Comune. Ecco l’articolo che il “Cittadino” di sabato ha dedicato all’argomento:

“Il comitato di Certosa ha contattato i City Angels e il sodalizio si è detto disponibile ad intervenire anche in questo tratto di hinterland per affrontare il problema sociale dei senza tetto che da qualche mese pernottano su panchine e aree pubbliche del quartiere. Unico passaggio per far diventare operativo nel tratto decentrato il noto sodalizio, impegnato a dare sostegno a clochard e senzatetto, è che l’associazione deve innanzitutto avere un confronto con il comune. Quanto prima quindi la delegazione civica a questo punto si metterà probabilmente in contatto con i vertici dell’ente locale al fine di agevolare l’incontro, che guarda peraltro a risolvere una situazione già nota alla giunta. I portavoce della comunità di Certosa nelle scorse settimane hanno già fatto presente il problema all’assessore ai servizi sociali, Marco Zampieri, ma è emerso che per un ente pubblico, vincolato agli schemi della burocrazia, se i diretti interessati non si rivolgono spontaneamente in municipio a chiedere aiuto, è assai complicato intervenire in queste situazioni. Pertanto, visto che i frequentatori della zona non hanno mostrato l’intenzione di rivolgersi alle istituzioni, gli esponenti del comitato, mostrandosi decisi ad affrontare questa emergenza di carattere sociale, si sono rivolti alla nota sigla attiva nei luoghi di Milano dove è alta l’esigenza di aiuto. In particolare il mese scorso i residenti più attenti hanno notato quattro uomini che pernottavano all’addiaccio. Qualche cittadino andando al lavoro li ha anche fotografati, domandandosi se queste persone siano o meno a conoscenza di alternative, come ad esempio il dormitorio pubblico. Forse, una volta compiuti tutti i passaggi, potrebbero essere i City Angels ad avvicinarsi agli ospiti che hanno scelto questa parte di Sudmilano.

PER I SENZATETTO DI CERTOSA POTREBBERO ARRIVARE I CITY ANGELSultima modifica: 2011-07-24T17:53:34+02:00da luciarch
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento