IERI E OGGI / 4

          Immagini a confronto: le piccole aiuole sulla piazza della Chiesa di Certosa, com’erano lo scorso anno e come sono ora. I cordoli ammalorati sono stati ripristinati, un po’ di diserbo della pavimentazione è stato fatto (si spera venga ripetuto a intervalli regolari), nuove piantumazioni hanno decisamente migliorato l’aspetto di questi piccolissimi scampoli di verde decorativo. … Continua a leggere

IERI E OGGI/2: IL VERDE TORNA CURATO

  Vi ricordate della povera piantina di cotoneaster di piazza Tevere, soffocata, come tutte le altre, e resa quasi invisibile dalle erbacce? Ebbene, dopo un vigoroso intervento di diserbo manuale, la situazione appare ora decisamente migliorata, come si può vedere dalle foto. Anche la vasca dove c’era il “canneto della vergogna”, dopo la drastica potatura, è stata sistemata in modo … Continua a leggere

IL CANNETO DELLA VERGOGNA…NON C’E’ PIU’

E fu così che, dopo le nostre segnalazioni, dopo l’articolo sul “Cittadino”, e dopo una telefonata “di fuoco” della signora Giani all’assessore Gargani, finalmente il “canneto della vergogna” è stato tagliato a zero venerdì scorso. Sotto lo splendore della pubblicità con Eva Longoria, è ben visibile la desolazione di quel che rimane delle piante rasate a zero. Intervento tanto tempestivo quanto … Continua a leggere

TEST D’INIZIO ESTATE

  TEST: DOV’E’ IL COTONEASTER? Questa è un’immagine di un’aiuola di piazza Tevere, proprio di fianco all’edicola. Vi proponiamo il seguente test: sapreste riconoscere, in mezzo a tale quantità di varietà arboree, la piantina originale di cotoneaster che ornava l’aiuola? Le risposte possibili sono tre: E’ quella che si intravvede al centro della foto, soffocata dalle erbacce. Non c’è, l’ha … Continua a leggere

IL GIORNO DEI TRIFIDI

Il verde non è proprio il fiore all’occhiello di Certosa… Ecco che cosa rimane dopo le recenti (e quanto mai opportune) operazioni di taglio dell’erba: le piante infestanti, ormai da troppo tempo lasciate impunemente proliferare, sono rimaste e soffocano i cespugli fioriti, in molti casi facendoli deperire inesorabilmente. Nelle aiuole, il “cotoneaster” è ormai non più distinguibile dalle erbacce. Perchè … Continua a leggere